1 538 Barche a Noleggio ai Caraibi

Tipi d'imbarcazioni disponibili per il noleggio ai Caraibi

Tutte le nostre destinazioni

Noleggio barca ai Caraibi

Le condizioni di navigazione ai Caraibi

Considerando che il clima dei Caraibi è tropicale, sia di giorno che di notte, possiamo trovare temperature tra i 25 e i 30 gradi. Nonostante le alte temperature, gli alisei ci accompagnano sempre nei Caraibi, per questo la navigazione è facile, anche con barche a vela. Gli alisei soffiano ad una velocità di 15 nodi da est ad ovest: navigando potrete scoprire la bellezza di questa zona, le sue isole, le spiagge, le montagne, le cale, le sue acque cristalline e i suoi villaggi caratteristici.

La stagione delle piogge che va da giugno a settembre è nota per le forti precipitazioni con il sole a seguire dopo qualche minuto. Il sole dei Caraibi è molto forte tutto l'anno, per questo si consiglia sempre di avere con sé della crema per proteggersi. Il periodo migliore per noleggiare una barca ai Caraibi è la stagione secca, da dicembre a maggio. Si possono avere ottime condizioni di navigazione nei Caraibi, ma si consiglia di navigare nella zona sottovento nelle isole, per potersi proteggere nelle varie spiagge o calette. Navigare ai Caraibi è un piacere, bisogna solo fare attenzione al meteo, specialmente quando ci sono gli uragani nella stagione da agosto a novembre. E' importanti tenersi informati sulle condizioni meteo, per quanto riguarda per esempio l'arrivo di qualche fronte caldo e della bassa pressione, che può produrre una depressione.

Ci sono diversi porti o marine ben attrezzati per poter soddisfare le nostre necessità: potrete navigare in zone incontaminate che vi lasceranno a bocca aperta!.

Il paradiso in terra

Noti per essere la prima regione delle Americhe scoperte dagli europei, grazie alle rotte nautiche che sfruttavano i venti alisei: vi ci approdò persino Cristoforo Colombo. Per esempio, le Bahamas sono composte da circa 700 isole e 2500 isolotti, alcuni dei quali coperti interamente dalla vegetazione, altri circondati completamente dalla barriera corallina.

In luoghi di questo tipo, è sicuramente d'obbligo immergersi per scoprire i fondali facendo snorkeling e rifugiarsi in zone in cui il turismo selvaggio degli alberghi di lusso non è ancora arrivato, per respirare l'atmosfera autentica delle isole. Ad Antigua, invece, l'ente del turismo afferma di avere a disposizione una spiaggia per ogni giorno dell'anno, e sicuramente, sebbene il numero non sia certo, c'è da dire che è il luogo perfetto per immergersi tra i relitti o visitare l'entroterra ricco di mulini di pietra o di piantagioni di canna da zucchero abbandonate da molto tempo. Barbuda, isola vicina, accoglie pochissimi visitatori ed è il paradiso ideale di chi, invece, si vuole dedicare all'avvistamento di animali, o più semplicemente desidera fuggire dalla frenesia della vita quotidiana in cerca di assoluto relax.